Recensione: Lidia Domina su Amazon

copertina_def

fonte

 Raffinato

Luglio 1505, qui tra le pareti di una cella inizia il viaggio nel passato di Michele Corella che descrive a Niccolò Machiavelli, segretario della Seconda Cancelleria della Repubblica fiorentina, l’ascesa della famiglia Borgia tra intrighi, violenza, guerre fino alla caduta. Un amore impossibile, travolgente. Morte, tradimenti lunghi tredici anni, anni vissuti all’ombra di Cesare Borgia vescovo di Valencia, figlio del Papa. Una storia scritta da secoli, la grande campagna per la conquista della Romagna, la presa di Faenza e Piombino, gli intrighi e gli omicidi, i segreti della famiglia più influente d’Italia nel XV e XVI secolo. Per chi non lo sa Michele Corella, detto Michelotto Corella non che Boia di Valentino, era il sicario di Cesare Borgia. Un uomo senza scrupoli, non si sa quanti omicidi abbia commesso nel nome dei Borgia ma si sa che il primo attribuito fu proprio quello descritto in questo libro del Duca di Bisceglie Alfonso d’Aragona, figlio illegittimo di Alfonso II di Napoli e Lucrezia Bolgia , non che sorella di Cesare. Sono noti anche i vari delitti dei ex alleati dei Borgia e molti altri non del tutto confermarti. Devo elogiare da subito la scrittrice Federica Soprani per accurata ricerca e la notevole coltura che ha espresso in un romanzo scritto alla perfezione, con dialoghi accurati di alta qualità come ci ha sempre abituati. Tra gli eventi si delinea, il grande amore che Corella ha verso la famiglia Borgia, fino alla caduta e alle riflessioni percorse mentalmente, facendo i conti sulle proprie scelte non sempre ammirevoli. Veloce, nonostante la complessità della storia, una narrazione ideale per chi, come me, ama e ha seguito la storia dei Borgia. Mi ha entusiasmato il modo in cui l’autrice ha raccontato in poche pagine tredici anni di lotte, di guerre, intrighi e tradimenti. Ottima la descrizione e la presentazione dei vari personaggi. Ottima la scelta di scrivere la storia dentro la storia. Ottima anche la scelta della copertina. Consiglio questo libro a tutti quelli che amano la nostra storia, a tutti quelli che vogliono capire entrare nella mente di un personaggio tanto complesso e tanto ammirato.
Non posso fare altro che fare i complimenti a Federica per l’ennesima volta e complimenti anche a Mondoscrittura per ottima scelta.
Voto: 5 / 5
Lidia Domina

Leave a Reply