Recensione di Dafne su The Borgias forumfree

MicheleCorella

fonte

Dopo aver acquistato l’ebook ed averlo letto, posso finalmente dare un commento. Questo è quello che ho scritto sull’anobii del forum:

Pro E’ un resoconto appassionato ed elegante della storia di Cesare Borgia da un punto di vista poco sfruttato, quello di Michele Corella.
Contro A fronte di una seconda parte molto ricca, la prima è più asciutta.

**Attenzione contiene Spoilers**

Come ho accennato, la seconda parte è più ricca della prima, ed è quella che ho apprezzato di più, per motivi ovvi (c’era più azione, naturalmente) ma anche meno, ad esempio si esplora più a fondo il “mondo interiore” di Michele. La sua relazione con mi ha sorpresa ed era anche commovente, in qualche modo. Ma la più commovente, forse, è quella con Lucrezia. Che è anche il personaggio che mi è piaciuto di più, forse perché lo sguardo di Michele su di lei è molto simile a quello di un osservatore esterno qualunque, uno che crede di conoscerla e invece la adora soltanto, ne è affascinato, tutto lì — per quanto vada aggiunto che un tormentatissimo e maledetto rapporto con Lucrezia lui ce l’ha. Molto belli i passaggi che precedono l’assassinio di Ramiro, breve e straziante la conclusione. Credo che il pregio maggiore di questo libro sia la passione con cui è scritto, che trasuda dalle righe, perché è ovvio che non è stato scritto perché un editore ha chiesto un libro sui Borgia. Le influenze montalbaniane sono più che benvenute, ma la passione è la cifra di Federica.
Ultima nota: è sempre un buon segno quando “chiudi” (non posso proprio dirlo di un ebook, ma capitemi) un libro e ci pensi ancora. Per fare altri esempi borgiani, non mi è successo né con “La famiglia”, né con “Sangue e onore”, per non parlare di altri su cui è meglio stendere un velo.

Leave a Reply