Buongiorno Spaccia Lezioni oggi torno a parlarvi di un romanzo storico “Corella – L’ombra del Borgia” di Federica Soprani e edito da Mondoscrittura.Attraverso gli occhi di Michele Corella, fedelissimo e amico d’infanzia di Cesare Borgia, si ripercorre la storia e il dominio di Papa Rodrigo Borgia, padre di Cesare e degli altri tre Borgia, passati alla storia come i figli illegittimi di un papa e di una prostituta.

Michele è un ragazzo di studio, con grandi ideali che si legano indissolubilmente ai sogni di gloria e potere di Cesare, al punto di diventarne “l’ombra”. Sempre presente, sempre pronto ad agire, a mettersi in gioco e rischiare per il suo signore, annullandosi completamente e rinnegando tutto ciò che gli è caro, rifiutando anche di legarsi a una donna. Corella sarà sempre presente alle liti tra padre e figlio, alle sfuriate per convincere il Papa a lasciare che Cesare abbandoni gli abiti religiosi, ai momenti di gloria e di conquista. Ogni battaglia, ogni crudeltà ed efferatezza sarà davanti agli occhi di quest’ombra che diventerà messaggera di morte, amica, compagna confidente e amante della Morte stessa. Chiunque avrà la sfortuna di incappare in Cesare Borgia e Michele Corella saprà che la morte è con loro e che arriverà silenziosa e sfuggente come solo lei sa fare.

Non è possibile riassumere la vita di due figure così importanti e così fortemente intrecciate alla storia d’Italia e alle vite di molti altri personaggi famosi. Posso solo consigliare vivamente questa lettura.

Parliamo ora dei dati tecnici partendo dallo stile dell’autrice. La scrittura di Federica Soprani è una scrittura variegata e variabile, in alcuni punti fredda e distaccata, in altri estremamente elegante e coinvolgente, arrivando a essere addirittura poetica.

La trama è un misto tra storia, romanzo e riflessione, e propone immagini, quadri di vita, che regalano momenti di vera e propria filosofia. Ho trovato molto ben riusciti i pensieri e le riflessioni di Michele Corella/ Morte, come le analisi psicologiche del personaggio di Cesare visto con gli occhi di un amico e di chi lo conosceva veramente. Di conseguenza anche i personaggi sono stati sviluppati al massimo e nel migliore dei modi, tanto da poter arrivare alla fine del libro con una chiarissima panoramica di tutti i nomi citati e un tratto che li distingua gli uni dagli altri.

Ottimi anche i bilanciamenti tra romanzo e storia, tra narrazione e riflessione, tra personaggi maschili e personaggi femminili, tra pensieri personali e narrato generale.

“Corella” è un libro coinvolgente e travolgente, che lascia il lettore senza fiato in ogni momento, come una nave in attesa del vento che non sa da quale parte potrebbe spingerla. Avessi avuto più tempo credo che l’avrei letto tutto d’un fiato.

VOTO: 9,5